Dimensione del campione di indagine

A quante persone è veramente necessario inviare un'indagine?

Quando ti chiedi "di quanti rispondenti all'indagine ho bisogno?", quello che realmente vuoi sapere è: "quanto deve essere grande il mio campione al fine di stimare con precisione la mia popolazione?" Questi concetti sono complessi, quindi abbiamo diviso il processo in 5 fasi, permettendoti di calcolare facilmente la dimensione ideale del campione e garantire la precisione dei risultati della tua indagine.

5 passaggi per assicurare che il tuo campione stimi con precisione la popolazione

1. Qual è la tua popolazione?

Per popolazione si intende l'insieme delle persone che vuoi analizzare (il campione consisterà invece nelle persone di questa popolazione che parteciperanno effettivamente all'indagine).

Quindi, ad esempio, se vuoi capire come commercializzare un dentifricio in Francia, la popolazione corrisponderebbe ai residenti in Francia. Se cerchi di comprendere quanti giorni di vacanza le persone che lavorano per la tua azienda di dentifricio desidererebbero avere, la tua popolazione sarebbe costituita dai dipendenti della tua azienda di dentifricio.

Indipendentemente dal fatto che si tratti di un paese o di un'azienda, capire qual è la popolazione su cui stai indagando è un primo passo fondamentale. Una volta chiarito questo aspetto, cerca di capire quante persone (circa) costituiscono tale popolazione. Ad esempio, posto che in Francia vivono circa 65 milioni di persone, possiamo immaginare che la tua azienda di dentifricio abbia meno dipendenti rispetto a quel numero.

Hai calcolato il tuo numero? Bene, allora andiamo avanti…

2. A quale livello di precisione vuoi puntare?

In questa fase devi valutare quanto vuoi rischiare che le risposte alla tua indagine siano leggermente imprecise a causa del fatto che non stai conducendo l'indagine sull'intera popolazione. Ecco le due domande a cui devi rispondere:

  1. Quanta certezza devi avere che le risposte riflettano le opinioni della tua popolazione?
    Questo è il margine di errore. Quindi se, ad esempio, al 90% del tuo campione piace la gomma da masticare al gusto di uva, un margine di errore del 5% aggiungerebbe il 5% su entrambi i lati di quel numero. Questo significa che in realtà all'85-95% del tuo campione piace la gomma da masticare al gusto di uva. Il 5% è il margine di errore più comunemente utilizzato; tuttavia, è consigliabile avere un margine di errore compreso tra l'1 e il 10%, a seconda dell'indagine. Si sconsiglia di aumentare il margine di errore al di sopra del 10%.
  2. Quanta certezza devi avere che il campione rispecchi fedelmente la tua popolazione target?
    Questo è il tuo livello di confidenza. Il livello di confidenza indica la probabilità che il campione da te scelto sia significativo per i risultati ottenuti. Solitamente, si calcola nel modo seguente. Se scegli altri 30 campioni casuali dalla tua popolazione, con quale frequenza i risultati ottenuti con un campione differiscono in modo significativo da quelli ottenuti da questi altri 30 campioni? Un livello di confidenza del 95% significa che si dovrebbero ottenere gli stessi risultati il 95% delle volte. 95% è il livello di confidenza più comunemente utilizzato, a seconda dell'indagine potrebbe però essere preferibile utilizzare un livello di confidenza del 90% o del 99%. Ti sconsigliamo di utilizzare un livello di confidenza inferiore al 90%.

3. Quanto deve essere grande il campione?

Utilizzando il grafico seguente, seleziona la popolazione target approssimativa, poi scegli il margine di errore per stimare il numero di indagini compilate di cui hai bisogno.

Ora che hai ottenuto i tuoi numeri nelle fasi 1 e 2, dai un'occhiata a questo pratico grafico per determinare la dimensione del campione di cui avrai bisogno...

Popolazione10% di margine di errore5% di margine di errore1% di margine di errore90% di livello di confidenza95% di livello di confidenza99% di livello di confidenza
100508099748088
50081218476176218286
1.00088278906215278400
10.000963704.900264370623
100.000963838.763270383660
1.000.000+973849.513271384664

Nota: queste devono essere intese solamente come linee guida di massima. Inoltre, per popolazioni oltre il milione di persone si consiglia di arrotondare leggermente per eccesso alle centinaia più vicine.

4. Quanto saranno reattive le persone?

Purtroppo, non tutti coloro a cui hai inviato l'indagine la compileranno.

La percentuale di persone che effettivamente compilano un'indagine che ricevono è nota come "percentuale di risposta". Stimare la tua percentuale di risposta ti aiuterà a determinare il numero totale di indagini che è necessario inviare per ottenere il numero richiesto di indagini compilate.

Le percentuali di risposta variano notevolmente a seconda di una serie di fattori quali il rapporto con il pubblico target, la lunghezza e la complessità dell'indagine, gli incentivi e il tema dell'indagine. Per le indagini on-line in cui non c'è alcun rapporto preliminare con i destinatari, una percentuale di risposta tra il 20 e il 30% è considerato un risultato più che buono. Una percentuale di risposta tra il 10 e il 15% offre un'ipotesi più cauta e più sicura se in precedenza non hai mai indagato sulla tua popolazione.

5. Questa è la parte facile!

Devi semplicemente dividere il numero che hai ottenuto nella fase 3 per il numero ottenuto nella fase 4. Questo è il tuo numero magico.

Così, ad esempio, se hai bisogno che 100 donne che usano lo shampoo completino la tua indagine e pensi che circa il 10% di coloro a cui la invii la portino effettivamente a termine, allora hai bisogno di inviare l'indagine a 100/10% donne, ovvero 1000!

Stai cercando le persone giuste a cui sottoporre la tua indagine? Usa SurveyMonkey Audience.

SurveyMonkey Audience offre milioni di potenziali rispondenti pronti a fornire le risposte che ti servono per affrontare decisioni critiche. Di ogni rispondente è stato redatto un profilo completo basato su dati demografici, occupazionali, geografici e di stile di vita, in maniera tale che tu possa condurre l'indagine sul gruppo esatto di cui ti interessa avere un feedback. In soli due giorni, il tuo progetto può essere avviato, i dati raccolti e i risultati elaborati per l'analisi finale – il tutto senza uscire dal tuo account SurveyMonkey.

Scopri come SurveyMonkey può stimolare la tua curiosità