Confronto tra ricerca quantitativa e qualitativa

Scopri le differenze tra dati qualitativi e quantitativi.

search_fingerprintAlcuni abbinamenti sono semplicemente perfetti: pane e marmellata, Batman e Robin, ricerca qualitativa e ricerca quantitativa.

Uno dei passaggi più importanti della creazione di un’indagine è trovare l’equilibrio migliore tra ricerca qualitativa e ricerca quantitativa nel processo di indagine. Entrambe giocano un ruolo critico nel garantire che i dati forniscano informazioni preziose per poter prendere decisioni migliori.

Uso della ricerca qualitativa e quantitativa

La ricerca qualitativa ti permette di raccogliere informazioni dettagliate sull’argomento di tuo interesse e formulare ipotesi per indirizzare la tua ricerca quantitativa e verificare la correttezza delle teorie sviluppate.

La ricerca qualitativa può essere utile anche nelle fasi finali del progetto, in cui è possibile utilizzare citazioni di domande a risposta aperta per dare un volto ai numeri raccolti. Se desideri sapere, ad esempio, quali parole userebbero i tuoi clienti per descriverti o in che modo i clienti interagiscono con il prodotto, la ricerca qualitativa è sicuramente un ottimo punto di partenza.

Una volta definiti i problemi, la ricerca quantitativa ti aiuterà a prendere decisioni basate sui numeri e i dati raccolti, alle quali puoi applicare l’analisi statistica.

La ricerca quantitativa spesso presenta un numero maggiore di rispondenti o partecipanti rispetto alla ricerca qualitativa. Questo ti permette di rispondere in modo definitivo a domande quali: I consumatori ti preferiscono alla concorrenza? Quali servizi sono più importanti? Quale campagna pubblicitaria è più accattivante?

Per assicurarti il giusto equilibrio in tutte le risposte, ecco qualche altro suggerimento su come usare entrambe le forme di ricerca per prendere decisioni più mirate.

eGuide gratuita per la stesura delle indagini Ottieni suggerimenti dai nostri esperti in indagini su come scrivere indagini perfette che ti procureranno risultati affidabili.

Scarica la guida →

Come bilanciare ricerca qualitativa e quantitativa

Come si combinano queste due forme di ricerca? La ricerca qualitativa rappresenta quasi sempre un punto di inizio, con l’obiettivo di individuare nuove aree problematiche e opportunità. Queste, a loro volta, ti consentono di definire dove indirizzare ulteriori ricerche. La ricerca quantitativa offre misure specifiche che identificano il grado di accuratezza e le implicazioni di un problema o di un’opportunità.

Supponiamo che tu abbia tenuto una conferenza e desideri raccogliere un feedback dai partecipanti. È probabile che tu disponga già di diversi elementi da misurare con la ricerca quantitativa, ad esempio il tasso di partecipazione, la soddisfazione generale, la qualità dei relatori, il valore delle informazioni fornite e così via.

Tutte queste domande prevedono una risposta chiusa e misurabile. Ma è anche possibile inserire alcune domande di ricerca qualitativa a risposta aperta per esplorare altri argomenti che potrebbero essere stati trascurati. Per questo motivo, si potrebbe magari scegliere di aggiungere domande quali:

  •       Quale aspetto ti è piaciuto di più della conferenza?
  •       Come potremmo migliorare la tua esperienza?
  •       Hai commenti sulla conferenza che ritieni potrebbe essere utile condividere con noi?

Tutti i temi comuni sollevati in queste domande qualitative e non trattati nelle domande quantitative fornirebbero informazioni di grande utilità per l’indagine sul feedback di una conferenza successiva.

Supponiamo, ad esempio, che diversi partecipanti abbiano risposto che l’aspetto che hanno gradito di meno della conferenza sia stata la sede perché difficilmente raggiungibile. Al termine della conferenza successiva, la tua indagine potrebbe porre domande quantitative sul grado di soddisfazione dei rispondenti per la nuova sede o permettere loro di scegliere da un elenco di sedi potenziali in modo da individuare l’opzione più comoda per il futuro.

Un altro vantaggio dell’inserimento di domande a risposta aperta in un’indagine è la possibilità di usare le risposte nel report finale distribuito ai colleghi che hanno collaborato all’organizzazione della conferenza. Si può anche provare a inserirle nel sito Web come testimonianze, naturalmente chiedendo prima l’autorizzazione. L’inserimento nel report o nel sito Web di citazioni estratte dall’indagine ti permette di dare una voce ai numeri e alle percentuali raccolte, rendendo ancora più credibile la storia dei dati.

Ora che hai appreso la definizione di ricerca qualitativa e quantitativa, e come utilizzarle in modo combinato, proviamo a capire in che modo tipi specifici di domande possono essere utili per la tua ricerca.

Questo articolo fa parte del progetto L’ABC delle indagini di SurveyMonkey. Ci auguriamo di poter aiutare sempre più persone a creare indagini intelligenti. Scopri di più sul progetto e sulla nostra partecipazione alla community di ricerca.