Come svolgere uno studio longitudinale: tenere traccia delle prestazioni nel tempo

trendUn’indagine è come un’istantanea: da un’indagine puoi trarre conclusioni solo su un determinato momento, luogo e gruppo di persone. Spesso è tutto quello che ti serve sapere.

A volte però può essere utile capire in che modo le persone sottoposte all’indagine stanno cambiando nel tempo. In questo caso, una sola indagine, o istantanea, non sarà sufficiente; dovrai ripeterla più volte per monitorare e comprendere i trend nelle varie fasi.

Per analizzare questo aspetto, esistono due metodi diversi. Puoi usare innanzitutto i parametri di riferimento, ovvero porre a gruppi di persone differenti la stessa domanda in diversi momenti per verificare come le opinioni cambiano nel tempo. In alternativa, come vedremo in questo post, puoi ricorrere a un’indagine longitudinale.

Se effettui uno studio o un’indagine longitudinale, segui sostanzialmente lo stesso gruppo di rispondenti per un lungo periodo di tempo, ad esempio settimane, mesi o persino anni.

Si tratta di un procedimento diverso da quello di un’indagine trasversale, un modo un po’ ricercato per dire che ognuno dei rispondenti completa l’indagine una sola volta, ma è possibile condurre l’indagine più volte per raccogliere alcuni dati di riferimento. (In questo caso si parla di indagine istantanea.)

Ma perché si dovrebbe preferire uno studio longitudinale? Può essere utile se si desidera monitorare i cambiamenti nel corso della vita di un gruppo di rispondenti per poter trarre conclusioni in modo coerente.

Perché ripetere le indagini ti permette di prendere decisioni più efficaci

Sebbene si corra il rischio che tu non sia più sul mercato per poter condurre uno studio decennale, è sicuramente vantaggioso reiterare le indagini e tenere traccia dei cambiamenti nelle attitudini e nei comportamenti dei rispondenti nel corso del tempo. (A proposito, un’indagine sulle stesse persone ripetuta più volte nel tempo viene anche definita “indagine panel”.)

Supponiamo ad esempio che tu sia una ricercatore di mercato on-line che desidera sapere in che modo reagiranno i tuoi lettori a un nuovo design di newsletter inviata tramite e-mail.

Anziché inviare semplicemente un’indagine ai lettori dopo aver modificato il tuo design, chiedigli tramite l’indagine che cosa gradiscono o meno del design attuale, ovvero crea una verifica dei concetti. Potrai persino usare il loro feedback per informare il tuo nuovissimo design!

Inviagli quindi un’indagine successiva dopo avergli recapitato la newsletter appena realizzata. Poiché stai conducendo l’indagine sulle stesse persone, puoi confrontarne l’atteggiamento e le opinioni rispetto al primo design con la reazione mostrata verso il secondo design, tenendo presente che anche minimi cambiamenti saranno statisticamente significativi. Se hai deciso di effettuare due indagini trasversali con gruppi di persone differenti, dovrai notare un cambiamento più importante per poter constatare una differenza significativa.

Puoi apportare altre modifiche al design in base al feedback dei lettori e continuare a perfezionare il tuo design nel tempo, ma devi assicurarti che il grado di soddisfazione non scenda mai al di sotto del grado di soddisfazione iniziale per il primo design.

Un’alternativa all’indagine panel longitudinale

Ripetere le indagini con lo stesso panel è un’ottima prassi se si stanno monitorando i cambiamenti di atteggiamento e comportamento nei rispondenti, tuttavia non è sempre possibile condurre l’indagine sulle stesse persone nel corso del tempo.

In questo caso, anche se invii la tua newsletter alle stesse persone, potresti non riuscire a catturare le stesse opinioni. Le persone potrebbero annullare l’iscrizione alla newsletter e lasciare spazio a nuovi lettori.

Questo succede quando si conduce un'”indagine panel rotante”. Per procedere, è sufficiente ruotare gradualmente una parte del campione iniziale dell’indagine panel e integrarla con i nuovi lettori. (In questo caso, è possibile tenere traccia degli utenti della lista e-mail che stanno compilando le indagini in modo semplice.)

Così facendo la tua indagine offrirà un’utile stima delle opinioni di tutta la tua platea di lettori, sia vecchi che nuovi, catturando contemporaneamente le mutevoli opinioni dello stesso gruppo di persone.

3 suggerimenti per creare indagini per uno studio longitudinale

Ecco tre elementi che dovrai tenere presente quando crei il tuo studio longitudinale:

1. È preferibile porre le stesse domande in tutte le indagini. Da una ricerca è emerso che se si modifica il modo in cui viene posta una domanda, si possono ottenere risposte sostanzialmente diverse anche dalle stesse persone. Per esaminare i trend con maggiore affidabilità, è dunque necessario provare a porre le stesse domande ogni volta che si ripete un’indagine.

2. Quando pianifichi un’indagine panel, tieni presente che non tutti coloro che hanno risposto alla prima indagine risponderanno anche alla seconda. Pertanto, se vuoi condurre un’indagine panel in cui analizzi lo stesso gruppo di persone 3 volte e desideri almeno 1000 rispondenti per la tua terza indagine, dovrai analizzare oltre 1000 rispondenti nella prima indagine per tenere conto delle persone che probabilmente non risponderanno alla seconda o terza indagine.

3. Devi stabilire con quale frequenza condurre la tua indagine. Condurre le indagini troppo spesso può determinare uno spreco di tempo e risorse, in quanto il tempo trascorso potrebbe non essere sufficiente per poter rilevare anche un solo cambiamento. Se tuttavia conduci le indagini troppo di rado, un numero maggiore di persone potrebbe ritirarsi dall’indagine panel perché stufe di sottoporsi a una quantità così elevata di indagini. Questo significa che per le indagini successive disporrai di un numero inferiore di rispondenti.

Se ci pensi, ti rendi conto che gli ambiti di applicazione di uno studio longitudinale sono infiniti. Puoi verificare se la tua nuova campagna pubblicitaria ha effettivamente indotto i consumatori ad acquistare il tuo prodotto o contattare successivamente un acquirente del tuo prodotto per sapere se ne è soddisfatto.

Anche se un insieme di dati può far luce su una singola occorrenza, il contesto derivante dalle indagini ripetute nel tempo ti aiuterà a prendere decisioni e introdurre miglioramenti informati.

mingnanlAutore: Mingnan Liu, esperto di indagini presso SurveyMonkey.