Come testare il progetto della tua pagina di destinazione nel modo coretto

Le pagine di destinazione migliori iniziano con una verifica dei concetti

LowResSono tanti i modi in cui un cliente può accedere al tuo sito web, ad esempio, mediante un link inviato via e-mail, una ricerca su Google o un annuncio pubblicitario su un feed della propria pagina Facebook, solo per citarne alcuni. Con tutte queste origini di traffico disponibili, spesso ottenute a fatica o pagate a caro prezzo, è importante iniziare col piede giusto quando si tratta di accogliere un cliente nel proprio sito.

Dopotutto, non ci saranno seconde opportunità per fare una prima buona impressione o evitare un fiasco completo! Puoi sempre scegliere di indirizzare i tuoi clienti alla pagina iniziale del sito della tua azienda, tuttavia, una pagina di destinazione ben studiata potrebbe comunicare in modo più efficace il tuo messaggio e ottimizzare il tasso di conversione.

La verifica dei concetti tramite indagini può aiutarti a perfezionare e ottimizzare la tua pagina di destinazione prima di pubblicarla on-line. Le indagini sono uno strumento economico ed efficace per indirizzare una quantità sufficiente di traffico a progetti di pagine di destinazione, per prendere le giuste decisioni senza intaccare il budget destinato ai media. Inoltre, potrai ottenere le informazioni qualitative necessarie per comprendere che cosa cliccano i tuoi clienti CPC.

Testa i tuoi progetti mediante le indagini

Non tirare a indovinare. Scopri esattamente quale sarà l'idea vincente con SurveyMonkey Audience.

Contattaci 

L’obiettivo di una pagina di destinazione è scatenare l’azione, ovvero indurre qualcuno a fare qualcosa, quindi, pensa bene a quali azioni vuoi spingere i tuoi clienti, prima di iniziare a testare il tuo progetto.

Una volta fissato il tuo obiettivo e deciso cosa vuoi che un cliente faccia una volta aperta la tua pagina di destinazione, puoi iniziare a testare diversi progetti di pagina. Le indagini sono un ottimo strumento per chiarirsi le idee prima di effettuare un test A/B on-line.

Ammettiamo che l’obiettivo della tua pagina di destinazione sia convincere il visitatore a iscriversi alla tua newsletter via e-mail. Puoi eseguire una serie di verifiche dei concetti per determinare quale sia la pagina di destinazione migliore per incrementare il tasso di iscrizioni. Le pagine di destinazione possono differire sensibilmente, tuttavia, spesso condividono una serie di elementi simili, alcuni dei quali valgono la pena di essere testati prima del lancio on-line.

Slogan o titolo. Hai a disposizione solo pochi secondi per catturare l’attenzione di qualcuno. I titoli possono enfatizzare la qualità di prodotti e servizi, "Per i nostri clienti siamo i numeri uno", oppure avere finalità più promozionali, "I nostri prezzi sono i più bassi sul mercato". Mediante un’indagine, puoi chiedere ai consumatori cosa li convincerebbe a iscriversi alla tua newsletter.

Contenuti descrittivi (ad es., testo, immagini, video). Devi inoltre capire quali altre informazioni le persone vorrebbero conoscere prima di decidere di iscriversi. Fai un test e scopri se i clienti vogliono vedere testimonianze, video o immagini di persone che usano i tuoi prodotti. Pensa a come abbinare tali contenuti al titolo che hai scelto, in modo da testare la migliore combinazione dei due elementi.

Chiamata all’azione. Questo elemento è fondamentale in quanto definisce l’azione che desideri che i tuoi clienti intraprendano. Se vuoi conoscere la reazione della gente a pulsanti con messaggi quali "Iscriviti ora", "Per cominciare" e "Ricevi la nostra newsletter", puoi chiederlo. La domanda di indagine potrebbe chiedere ai destinatari di classificare i pulsanti in modo da indicare 1) quale cliccherebbero più volentieri, 2) un ordine di preferenza e/o 3) quale li convincerebbe maggiormente a iscriversi. Oppure potresti mostrare loro diversi progetti di pagina con pulsanti differenti e chiedere quale progetto trovano più convincente.

Layout. Una volta definito testo e grafica, puoi sbizzarriti con il layout. Cosa accade se posizioni il modulo di iscrizione nella parte alta della pagina anziché nella parte bassa? E se togliessi/aggiungessi altri contenuti? Tramite la verifica dei concetti puoi valutare aspetti quali l’attrattiva e la comprensibilità di una pagina.

Ultima cosa, ma non meno importante, non dimenticare di prendere in considerazione le dimensioni dello schermo! Se pensi di usare la posta elettronica per invitare i tuoi clienti a visitare la tua pagina di destinazione, tieni presente che più della metà delle e-mail viene aperta e letta su smartphone, tablet e altri dispositivi mobili. Una pagina di destinazione può apparire spettacolare su un PC, ma illeggibile su un piccolo schermo. Assicurati di testare progetti di pagine di destinazione ottimizzati per dispositivi mobili, se e-mail e mobile advertising rientrano nella tua strategia di marketing.

Le indagini ti consentono inoltre di testare i tuoi progetti di pagina di destinazione su un pubblico vasto e differenziato, per valutarne l’impatto sul tasso di conversione.

Pronto a partire? Ecco alcune altre risorse che potrebbero esserti utili per iniziare a testare la tua pagina di destinazione:

Se devi trovare le persone giuste su cui testare la tua pagina di destinazione o hai bisogno di aiuto per la creazione di indagini e l’analisi dei risultati, prova SurveyMonkey Audience.