Domande per indagini sugli studenti che forniscono dati preziosi

Le indagini sugli studenti sono preziose fonti di dati per gli insegnanti e spunti di riflessione per gli studenti. Se condotte all'inizio, nel corso e al termine dell'anno scolastico, possono aiutare a pianificare con efficacia le classi, individuare gli studenti in difficoltà e migliorare i metodi didattici.

Naturalmente, non tutte le domande forniscono risposte utili, pertanto di seguito puoi trovare un elenco di quesiti che ti aiuteranno a raccogliere informazioni strategiche:

Classifica le lezioni di quest'anno dalla più facile alla più difficile.

Chiedi agli studenti di classificare le lezioni più importanti, dalla più facile alla più difficile, per scoprire qual è la materia che dà più problemi alla tua classe. Le risposte ti aiuteranno a capire come modificare in maniera efficace il tuo approccio futuro all'insegnamento dei relativi materiali. Ad esempio, potresti condurre una sessione di verifica dopo la lezione o dedicare più tempo al programma didattico.

Puoi formulare la domanda come quesito di classificazione con trascinamento della selezione. Usando le lezioni come opzioni di risposta, potrai ricordare rapidamente agli studenti gli argomenti trattati in classe. Queste domande interattive sono anche divertenti e possono impedire il cosiddetto straight-lining (ossia il fenomeno che si verifica quando un rispondente annoiato scorre troppo velocemente il questionario, selezionando la stessa risposta per tutti i quesiti). Fai solo attenzione a non aggiungere troppe opzioni di risposta: da 10 in su possono essere troppo impegnative per chi risponde.

Quanto tempo dedichi a studiare ogni sera?

I compiti a casa rafforzano l'apprendimento, ma alcune ricerche hanno rilevato che quando sono troppi possono avere un effetto negativo sul benessere degli studenti. Infatti, più della metà afferma che lo studio a casa è la prima causa di stress. E gli studenti che passano più di due ore a studiare ogni giorno sono a rischio di problemi di salute correlati allo stress.

Scopri le abitudini di studio dei tuoi studenti con una domanda a scelta multipla o con barra di scorrimento. Dopodiché, puoi approfondire in caso di risultati anomali, come una quantità di tempo eccessiva o troppo esigua.

Durante quali attività di classe impari di più?

Probabilmente sai già quali attività di classe piacciono di più ai tuoi studenti, ma quali sono quelle più utili per la loro istruzione?

Chiedi agli studenti di rispondere a una domanda a scelta multipla, a cui può seguire una casella di testo in cui dovranno spiegare il perché della loro scelta.

Elenca le tre cose che potrebbero migliorare di più le lezioni.

Se nel passato hai già scritto domande per indagini sugli studenti, sai che spesso le risposte più utili sono anche quelle più specifiche. Pertanto, chiedi agli studenti di elencare in dettaglio in una casella di commento quello che gradiscono e non gradiscono delle tue lezioni. In questo tipo di domanda aperta, gli studenti possono parlare delle dinamiche di classe, della gestione del corso, del programma didattico o di qualsiasi altro aspetto preferiscano.

Valuta il tuo/la tua insegnante. In che modo potrebbe migliorare?

Molti insegnanti temono di chiedere agli studenti un feedback personale. Sebbene faccia paura aprirsi a commenti negativi, la ricerca di una critica costruttiva e la capacità di prenderla con filosofia ti permetterà di raggiungere il tuo massimo potenziale sul lavoro.

Prima di chiedere agli studenti suggerimenti per migliorare come insegnante, chiedi loro di valutarti con un numero o una scala di valori. Sebbene la valutazione di per sé non sia particolarmente utile, può comunque aiutarti a misurare i tuoi progressi nel percorso di miglioramento.

Che cosa cambieresti del corso, se potessi?

Questa domanda induce gli studenti a pensare in modo costruttivo, anziché limitarsi a criticare le lezioni. Dovrai senz'altro valutare i suggerimenti in termini di fattibilità, ma l'adozione di una o più proposte mostra agli studenti che li stai ascoltando.

Quale consiglio daresti agli studenti del prossimo anno?

Il consiglio che i tuoi studenti darebbero ai loro colleghi potrebbe riguardare il programma didattico, i test, il tuo stile di insegnamento. L'aspetto da loro scelto per rispondere a questa domanda rivela molto in merito a ciò che hanno ricavato dalle tue lezioni e aiuta a plasmare le aspettative dei futuri studenti nel primo giorno di scuola.

Tra i risultati conseguiti in classe quest'anno, quale ti rende più fiero/a?

Quale progetto, compito o test ha motivato i tuoi studenti nell'apprendimento? In classe di solito non ci fermiamo a celebrare i successi dei singoli studenti. Pertanto è importante che ciascuno di essi possa identificare e raccontare i propri conseguimenti con orgoglio, soprattutto perché questo sentimento è intimamente correlato al successo nei percorsi di istruzione superiore.

Che cosa vuoi imparare adesso?

Se poni questa domanda all'inizio dell'anno, ti aiuterà a formulare il piano didattico in base agli interessi dei tuoi studenti. Se la poni al termine dell'anno scolastico, incoraggerà gli studenti a pensare ai propri interessi accademici. Le risposte possono anche essere utili per l'insegnante del prossimo anno, in modo da creare continuità didattica tra i due corsi.

Le domande delle indagini sugli studenti rivestono un ruolo importante nel migliorare l'esperienza didattica degli studenti. Ponendo i quesiti giusti, potrai identificare gli aspetti del corso che funzionano e focalizzarti su quelli che devono essere potenziati e che possono migliorare maggiormente i tuoi metodi di insegnamento. L'analisi delle esperienze degli studenti può portare molteplici benefici.

Scopri come SurveyMonkey può stimolare la tua curiosità