4 principali tipi di distorsione nella ricerca e come impedire che influiscano sulle indagini

Le distorsioni sono il nemico numero uno di tutte le indagini e gli autori devono cercare di evitarle per ottenere risultati affidabili. Nel corso degli anni, abbiamo proposto delle linee guida per la progettazione delle indagini che risolvono diversi tipi di distorsione nella ricerca, ad esempio, per assicurare una formulazione, una struttura e uno stile imparziali. Se non si presta attenzione, si rischia di introdurre distorsioni senza neanche accorgersene.

Tra tutti i tipi differenti di distorsione nella ricerca, molte vengono introdotte direttamente in fase di scrittura dell'indagine. Si tratta di distorsioni subdole generate dagli autori che condizionano involontariamente i risultati nel tentativo di raggiungere l'esito auspicato, con il risultato di compromettere la credibilità e il valore dei risultati stessi.

È possibile evitare questo tipo di distorsione?

Certo! Ecco i 4 principali tipi di distorsione nella ricerca e alcuni suggerimenti per progettare la tua indagine in modo da risolverli proattivamente:

1. Formulare domande errate

È impossibile ottenere le risposte giuste se poni le domande sbagliate. Purtroppo, i risultati delle indagini possono essere facilmente compromessi se le domande poste non riescono a cogliere del tutto l'intenzione dell'indagine. Supponiamo, ad esempio, che l'indagine sia stata creata per sapere qual è il tipo di pizza preferito dai dipendenti. La domanda posta è "Preferisci la pizza margherita, la quattro stagioni o la marinara?". Ovviamente, esistono molte altre varietà di pizza, ma la domanda non le contempla tutte. Pertanto, invece di sondare qual è la pizza più amata, l'indagine misura quella preferita tra questi tre tipi.

Suggerimento: la ricerca esplorativa è il modo migliore per assicurarsi che le domande siano complete e centrate. Sottoponendo a indagine prima un piccolo gruppo con domande aperte sul tema scelto, otterrai una prospettiva più attendibile del tema dell'indagine, correndo meno il rischio di trascurare opzioni che potrebbero essere rilevanti per i rispondenti. Puoi anche scegliere di analizzare indagini simili per scoprire quali categorie e argomenti hanno suscitato maggiore interesse in passato.

2. Condurre l'indagine sulle persone sbagliate

Scegliere il gruppo di rispondenti potrebbe sembrare un gioco da ragazzi, ma spesso determina quella che viene chiamata "distorsione dovuta alla selezione". Quando si conduce un'indagine è fondamentale individuare una popolazione target che sia allineata con gli obiettivi dell'indagine. Se si escludono o si includono i partecipanti erroneamente, il rischio è quello di raccogliere risultati distorti.

In genere questa distorsione si verifica quando la popolazione target non è definita in modo chiaro. Supponiamo, ad esempio, che si desideri limitare l'indagine alle persone con un basso profilo economico. Questa popolazione può essere definita in molti modi: persone a basso reddito, persone senza reddito disponibile o persone con un basso patrimonio netto dopo averne considerato proprietà, reddito e debiti. Ognuna di queste tre descrizioni può essere usata correttamente per rivolgersi all'ampia popolazione che si spera di raggiungere. Tuttavia ogni definizione potrebbe restituire risultati differenti per lo studio.

Suggerimento: per evitare di sottoporre a indagine la popolazione errata, assicurati di definire chiaramente i requisiti dei rispondenti di cui hai bisogno per soddisfare gli obiettivi dell'indagine prima di iniziare il tuo progetto. Questo passaggio ti permetterà di ottenere solo risultati pertinenti. Ricordati inoltre di utilizzare nei tuoi report e conclusioni termini il più possibile specifici quando ti riferisci alla tua popolazione. Usare termini generici come povero, ricco, grande o piccolo può indurre a interpretazioni erronee.

3. Usare un metodo di raccolta esclusivo

Alcuni metodi di indagine possono rendere difficile, se non impraticabile, la partecipazione di determinate persone al tuo studio. Se, ad esempio, sottoponi a indagine i pendolari che incontri passeggiando per le strade, potresti non ottenere un campione rappresentativo di persone che usano l'auto o la bici. Escludendo rispondenti potenziali in modo non casuale, puoi introdurre distorsioni nella tua indagine se le persone che non sono incluse nel panel hanno opinioni diverse da quelle che lo sono.

Suggerimento: il modo migliore per limitare questo tipo di distorsione dei ricercatori consiste nell'offrire a tutti i potenziali rispondenti la stessa opportunità di partecipare all'indagine. Nell'esempio dei pendolari, potrebbe essere più conveniente inviare un'indagine on-line a tutti coloro che vivono in città oppure chiedere ad alcune aziende locali di inviare l'indagine a tutti i suoi dipendenti.

4. Interpretare erroneamente i risultati

Questa forma di distorsione entra in gioco quando dei dati non elaborati vengono trasformati in risultati interpretati erroneamente. In genere, è dovuta a un problema di tecniche statistiche inadeguate o imprecise che portano all'errata interpretazione dei risultati dell'indagine. Ad esempio, può verificarsi quando l'autore di un'indagine si entusiasma per un risultato che conferma la sua ipotesi ma trascura il fatto che tale risultato si basi solo su una manciata di rispondenti.

Assicurati che i tuoi risultati abbiano la dimensione del campione necessaria per arrivare a decisioni definitive usando il nostro calcolatore della dimensione del campione.

Suggerimento: molto spesso questa forma di distorsione si verifica quando si raccolgono informazioni e successivamente si sviluppa la strategia di analisi dei dati. Per evitarla, crea un piano di analisi dei dati prima di scrivere l'indagine, quindi scrivi le domande che ritieni possano funzionare con l'analisi che hai in mente. Ad esempio, usa una domanda a scelta multipla se desideri quantificare i risultati. Infine, prendi nota anticipatamente dei diversi strumenti analitici disponibili nel tuo software di indagine. In questo modo, saprai quali tipi di analisi sono – e non sono – possibili prima ancora di creare la tua indagine.

All'inizio, evitare questi quattro tipi di distorsione nella ricerca può sembrare difficile. Tuttavia, se riuscirai a rimanere fedele allo scopo dell'indagine e a elaborare una chiara visione dei temi oggetto di studio, sarai sulla buona strada per eliminarle tutte.

In poche parole: prima di iniziare l'indagine, devi fare un po' di pianificazione. Fermati un momento a pensare ai quattro punti appena descritti e a come li hai gestiti al momento della pianificazione dell'indagine. Quando avrai accertato l'affidabilità della tua metodologia di ricerca, potrai avere la sicurezza che i risultati finali non ti porteranno fuori strada.

Scopri come SurveyMonkey può stimolare la tua curiosità